Tutto sull’indurimento delle gomme: cause, effetti e soluzioni
Dicembre 27, 2023
Indurimento delle gomme

L’indurimento delle gomme è un fenomeno che interessa tutti gli pneumatici e che con il tempo può influenzare in maniera significativa non solo le prestazioni dei veicoli, ma soprattutto la sicurezza su strada.

Questo processo, molto spesso causato da una combinazione di fattori ambientali e invecchiamento naturale, porta le gomme a perdere flessibilità e aderenza su strada, rendendo più pericolosa la guida.

In questo articolo andremo a scoprire le cause dietro l’indurimento degli pneumatici, gli effetti e quali sono le soluzioni per prevenire questo fenomeno, mantenendo le nostre gomme più integre possibili.

Introduzione all’indurimento delle gomme: cosa devi sapere

L’indurimento delle gomme è da tenere in seria considerazione soprattutto in ambito di sicurezza stradale. È un fenomeno che fa riferimento alla progressiva perdita di elasticità e flessibilità delle gomme.

Il processo di indurimento delle gomme avviene, solitamente, a causa dell’esposizione agli agenti atmosferici, l’usura e l’invecchiamento naturale degli pneumatici.

Per capire meglio il fenomeno bisogna ricordare che le gomme sono composte da polimeri elastomerici e altri additivi che conferiscono loro proprietà specifiche. Con il passare del tempo tutti questi materiali subiscono, come è normale che sia, una modifica dal punto di vista chimico e fisico, con conseguente indurimento degli pneumatici.

Quando ciò avviene potremmo avere una minore aderenza su strada, riducendo l’efficacia del sistema di frenata. È importante, quindi, che gli automobilisti siano consapevoli dell’importanza di monitorare con regolarità le gomme del proprio veicolo, sostituendole a necessità.

Principali cause dell’indurimento delle gomme

Come abbiamo visto l’indurimento delle gomme è un processo che può essere influenzato da diverse cause. Esse vanno dalla composizione dei materiali con cui viene realizzato lo pneumatico, alle condizioni atmosferiche. Vediamo, ora, tutte le cause nel dettaglio.

  • Agenti atmosferici: L’esposizione continua al sole, agli sbalzi di temperatura, ma anche solo all’aria possono, nel lungo periodo, contribuire all’ossidazione dei polimeri presenti nelle gomme con conseguente indurimento delle stesse.
  • Invecchiamento: Con il passare del tempo è normale che le gomme subiscano un processo di invecchiamento, causato dalle reazioni chimiche intrinseche dei materiali elastomerici.
  • Usura: Utilizzandoli gli pneumatici è normale che si usurino, anche a causa del continuo contatto con superfici che possono contribuire all’abrasione. In questo modo lo stress meccanico e la deformazione può alterare la struttura delle gomme portandole all’indurimento.
  • Temperature troppo basse: Un discorso a parte meritano le temperature basse che possono influenzare l’elasticità della gomma, rendendola più rigida.
  • Mancata manutenzione: Poca o scorretta manutenzione, come la pressione degli pneumatici non adeguata, può accelerare il processo di indurimento.
  • Qualità degli pneumatici: La composizione e la qualità dei polimeri che vengono utilizzati per produrre gli pneumatici possono rendere la gomma più suscettibile all’indurimento. Per questo è sempre importante scegliere una tipologia di copertoni con formule più avanzate in modo da migliorarne la durata.

È importante, inoltre, ricordare che anche gli pneumatici immagazzinati per lunghi periodi senza essere utilizzati sono più portati a indurirsi proprio a causa del mancato movimento e all’esposizione ai fattori ambientali.

Come l’indurimento delle gomme influenza la guida e la sicurezza

L’indurimento delle gomme svolge un ruolo molto importante per la sicurezza stradale e le dinamiche di guida. Quando le gomme, infatti, diventano progressivamente più rigide, faticano ad adattarsi alle irregolarità della strada, rendendo più difficile l’aderenza al terreno e aumentando lo spazio di frenata.

L’irrigidimento degli pneumatici lo si avverte maggiormente in presenza di condizioni atmosferiche avverse e con superfici bagnate o scivolose. In questo caso il conducente farà più difficoltà a mantenere il controllo del veicolo, mettendo in pericolo se stesso e le altre persone.

Se questo non fosse abbastanza, guidare con pneumatici duri influisce negativamente anche sul comfort di guida, con le vibrazioni del terreno che vengono trasmesse anche all’interno dell’abitacolo.

Prevenzione dell’indurimento delle gomme: consigli e strategie

Prevenire l’indurimento delle gomme parte dalla pressione delle stesse che dovrà essere mantenuta corretta, come indicato dal produttore. L’appropriato stoccaggio degli pneumatici, inoltre, evitando l’esposizione diretta alla luce solare e a variazioni estreme di temperatura, è importante per rallentare il processo di indurimento e invecchiamento.

Anche utilizzare il veicolo regolarmente contribuisce a preservare la flessibilità delle gomme, così come fare la giusta manutenzione con controlli regolari dei copertoni e dell’assetto delle ruote, aiuta a prevenirne l’usura. Consigliamo, inoltre, se possibile, di parcheggiare in zone d’ombra e proteggere gli pneumatici dalla luce solare per ridurne l’ossidazione.

È importante, infine, tenere pulite il più possibile le gomme, applicando prodotti specifici che possano contribuire alla loro integrità nel tempo.

Soluzioni e prodotti per combattere l’indurimento delle gomme

Per mantenere integre le gomme del veicolo esistono diverse soluzioni e prodotti in grado di contrastare l’indurimento e preservare la flessibilità degli pneumatici nel corso del tempo. Vediamone alcuni:

  • Prodotti per gomme: Sul mercato esistono tutta una serie di prodotti specifici formulati per mantenere elastici gli pneumatici. Sono soluzioni, queste, che contengono agenti idratanti e antiossidanti in grado di combattere l’indurimento causato dall’esposizione agli agenti atmosferici.
  • Coperture: Utilizzare delle coperture resistenti ai raggi UV può essere un’ottima soluzione per proteggere le proprie gomme dalla luce solare.
  • Trattamenti anti UV: Esistono prodotti che riescono a proteggere le gomme dai danni causati dalla luce del sole. Sono trattamenti in grado di creare uno strato protettivo sul pneumatico e ridurne l’esposizione al sole.
  • Pulire regolarmente le gomme: Mantenere la corretta pulizia degli pneumatici, da polvere, sporco e residui di terriccio, aiuta a mantenerli integri. Bisogna, quindi, evitare che le sostanze inquinanti si accumulino sulla superficie del copertone per rallentarne l’usura.
  • Guidare con regolarità: Come visto precedentemente, anche utilizzare il veicolo con una certa regolarità aiuta a mantenere flessibili le gomme. Al contrario, tenere il veicolo tanto parcheggiato può accelerare l’indurimento delle gomme.

A queste semplici soluzioni, vogliamo aggiungere che risulta molto importante optare sempre per l’acquisto di pneumatici di qualità, realizzati con composizioni avanzate di polimeri elastomerici così da aumentare la resistenza all’indurimento nel lungo periodo.

Manutenzione e cura delle gomme per prolungarne la durata

La manutenzione delle gomme è di fondamentale importanza per mantenerle integre e aumentare il loro ciclo di vita. Per farlo è necessario controllare con regolarità la pressione degli pneumatici, mantenendo i valori consigliati nel libretto del produttore per ridurre l’usura e migliorare l’efficienza del carburante.

Allo stesso modo, prevedere controlli periodici di allineamento e bilanciamento delle ruote può assicurare una guida sicura. Sarà, quindi, necessario ruotare gli pneumatici al fine di avere un’usura uniforme che li faccia durare di più.

È importante che il conducente controlli anche visivamente lo stato di salute dei copertoni, andando a verificare l’eventuale presenza di segni di danni o usura e, nel caso, sostituire tempestivamente gli pneumatici compromessi.

Per una migliore manutenzione infine, è importante stoccare gli pneumatici in luoghi freschi e asciutti, lontani da fonti di calore e luce solare diretta, ed eseguire una pulizia regolare degli stessi da polvere e sostanze inquinanti.